esperienze della Grecchi · knit

Knitter relax!

stole_scialli_lagrecchi

Lo ammetto mi diverto molto a lavorare scialli, stole e sciarpe, è una cosa che piace non solo a me, ma anche a tutte le appassionate di lavoro a maglia.

Personalmente mi diverto ad applicare la mente a maglie e cardigan, ma è un impegno diverso. Quando creo o lavoro uno scialle di un altro stilista posso concentrarmi unicamente sul punto, la forma del capo di solito è facilmente intuibile, non ci sono sagomature da fare, non bisogna provare più volte il capo con il rischio di scoprire che è tutto da rifare. E se ho fatto qualche pasticcio con i gettati posso rimediare più facilmente.

Per tutti questi motivi ho sempre uno scialle o una stola sui ferri, il problema sorge quando apro l’armadio e vengo investita da una valanga multicolore!

Ma chissà perché non ho mai il colore che serve in un dato momento per un certo vestito…

 

 

i pattern della Grecchi · knit · pattern

Sollazzo

Non so come mi è venuta in mente questa parola, che per chi non l’avesse mai sentita prima significa divertimento, e mi è sembrata perfetta per il mio nuovo scialle, da oggi disponibile su Ravelry .

Sollazzo è uno scialle triangolare, dalla punta allungata, che ho scelto di lavorare con una tensione molto morbida, in modo da ottenere un capo leggero e avvolgente, perfetto per ripararsi dall’aria condizionata senza controllo del treno, del cinema, o dal freschetto di questo giugno più simile a settembre!

Per ottenere questo risultato ho lavorato un filato sottile con i ferri del 5,5, se preferite ridurne le dimensioni non dovrete far altro che diminuire il calibro dei ferri a seconda della vostra mano.

I punti che ho utilizzato sono molto semplici, ma dovrete fare attenzione agli aumenti. Per ottenere questa forma allungata infatti si aumenta sia sul dritto che sul rovescio, per facilitarvi il lavoro alla fine di ogni sezione ho segnato quante maglie dovreste avere sui ferri.

E mentre voi sferruzzate io vado a ultimare un altro paio di pattern che vorrei mettere su Ravelry entro il mese di agosto, buon lavoro!

 

crafter · Esperienze · knit

Mani

mano_morbida_lgrecchi

Non mi sono mai interessata molto dei lavori fatti a mano. Li apprezzavo certo, ma i miei interessi erano altrove e non mi fermavo mai a pensare al tempo e all’impegno che poteva nascondersi dietro alla realizzazione di un vestito fatto da una sarta, una borsa o un paio di orecchini pensati, creati e costruiti da un artigiano.

Di solito passiamo davanti alle bancarelle dei mercatini così come passiamo davanti alle vetrine, senza soffermarci troppo.

Poi ho cominciato a sferruzzare e mi sono resa conto dell’impegno e della creatività che ci vuole per realizzare anche una semplice sciarpa. Soprattutto mi sono resa conto di quanto le nostre mani siano diverse l’una dall’altra, non solo nella forma, ma anche nel modo in cui lavorano.

Una volta mi sono trovata ad un corso, lavoravamo tutte lo stesso tipo di filato con lo stesso numero di ferri, ma ognuna di noi otteneva un lavoro diverso: chi molto fitto, chi molto morbido, chi una giusta via di mezzo. Ricordo ancora il mio stupore perché secondo me dato lo stesso filato e lo stesso numero di ferri dovevamo tutte ottenere un lavoro uguale, preciso, identico. E invece no.

Così ho imparato che lavorando ai ferri si può avere la mano morbida o la mano stretta, le più fortunate hanno una mano giusta: né troppo morbida né troppo stretta, di conseguenza la scelta dei ferri da utilizzare in un lavoro non può prescindere dalle caratteristiche della propria mano, ed è per questo che fare un campione prima di qualsiasi lavoro è così importante.

Fare il campione non è tempo perso, ma tempo guadagnato.

Esperienze · knit · Uncategorized

Non arrendersi

esami_lagrecchi

Si dice che nella vita non si smetta mai di affrontare prove, esami. Ci sono quelli scolastici, quelli universitari, quelli lavorativi, quelli sentimentali e via dicendo.

Ho sempre pensato che sia un modo un po’ ansiogeno di vivere le esperienze quotidiane, la parola esame implica non solo il superamento o meno di una prova, ma anche un giudizio di merito: bene se lo passi, male se non lo passi.

Io di esami ne ho sostenuti parecchi con alterne vicende, come è normale, per la cronaca alla fine la laurea vecchio ordinamento l’ho conseguita, e quando vado a mettere in forma il mio capo sferruzzato con tanta dedizione affronto un esame vero e proprio.

Di solito lo metto in forma in acqua poi attendo il responso finale: come sarà una volta asciutto? Troppo grande? Troppo piccolo? Anche se prima di cimentarmi ho fatto un campione, l’ho lavato, preso le misure e messo su le maglie so per esperienza che della mia mano non posso fidarmi fino in fondo quindi tutte le volte che aspetto l’asciugatura di un capo sono un po’ in ansia.

Per fortuna con il tempo e l’esperienza non mi capitano più brutte sorprese, ma ci sono state delle volte memorabili in cui il capo è sembrato triplicare la taglia!

L’unico modo efficace per superare gli esami è applicarsi ed essere pronti a correggere il tiro se il risultato non è quello sperato. Disperarsi, buttarsi giù di morale, convincersi di non essere capaci o arrendersi non sono il modo giusto di affrontare né gli esami scolastici né le prove di ogni giorno.

 

 

Esperienze · knit · sensazioni

Semplicità

Marzolino_verde_lagrecchi

La ricerca di nuove sfide sembra essere nel DNA di noi sferruzzatrici. E così spesso ci dedichiamo a modelli sempre più difficili nel tentativo di superare le nostre difficoltà e di non annoiarci.

Ci sono passata anch’io naturalmente, poi mi sono fatta una domanda: ma è proprio necessario? È proprio necessario complicarsi la vita con costruzioni complesse, scialli in cui a un certo punto devi riprendere trecento maglie, maglioni che partono dal fondo, dall’alto, dalla manica o dalle spalle e poi devi sempre riprendere trecento maglie???

Mi sono risposta che no non è necessario, in fondo io mi diverto anche a sferruzzare capi semplici, anzi a volte quello che sembra addirittura banale da realizzare è il capo che mi piace di più.

Così ho cominciato a diversificare: scelgo un modello complesso ogni tanto che mi accompagna per alcuni mesi e per il resto mi dedico a cose che mi piacciono a prescindere dalla costruzione.

Ho capito che mi devo divertire e devo essere soddisfatta del mio lavoro una volta concluso, per me è più importante che affrontare continuamente nuove sfide.

 

astroknitter · knit

Oroscopo dei Knitters: Aprile

elenatrastelleegomitoli_settembre_2017

Ariete: Lavori in corso: Questo mese niente sarà regalato per voi, dovrete combattere per ottenere i vostri obbiettivi, ma questo fa parte della vostra natura, quindi nessun problema. Datevi delle scadenze se avete dei progetti in scadenza altrimenti le scarpine per neonato saranno fuori misura e la sciarpa per l’amica sarà buona per l’anno prossimo.

Quanti gomitoli hai? Le vostre scorte non avranno bisogno di rinforzi, ma con l’arrivo della primavera avrete voglia di qualcosa di nuovo da regalarvi o da farvi regalare!

Corsi e Workshop: Non avrete molto tempo da dedicare all’approfondimento di nuove tecniche o ad incontri con amiche sferruzzatrici, sarete sempre di corsa!

Toro: Lavori in corso: Anche se non avete la fortuna dalla vostra parte questo mese non potrete lamentarvi perché riuscirete a realizzare tutto quello che vi verrà in mente, bisognerà solo metterci della volontà e quella non vi manca. Vi sentirete irrequieti e la vostra attenzione potrebbe risentirne, attenzione a non farvi scappare qualche maglia!

Quanti gomitoli hai? Tenete sotto controllo le vostre scorte e prima di scaricare mille pattern verificate come siete messi a filato, qualcuno di voi potrebbe ricevere un regalo inatteso.

Corsi e Workshop: Avrete voglia d’imparare, ma non di fare programmi quindi deciderete all’ultimo se partecipare o meno a corsi e simili, gli incontri con le amiche però non li salterete.

Gemelli: Lavori in corso: Mese abbastanza tranquillo il vostro, anche se l’imprevisto sarà sempre dietro l’angolo per modificare i vostri programmi, ma siete tipi flessibili e non vi farete agitare per così poco. Sarete molto disponibili con le amiche e finirete per finire i loro lavori iniziati.

Quanti gomitoli hai? Temo ne abbiate meno di quel che pensate quindi dovrete correre ai ripari altrimenti non riuscirete a finire tutti i progetti che avete messo sui ferri, d’altra parte con l’arrivo della primavera meglio rinnovare le scorte!

Corsi e Workshop: Sarete a disposizione delle amiche per suggerimenti e consigli, ma non avrete molta voglia di partecipare a corsi e simili.

Cancro: Lavori in corso: Mese impegnativo il vostro in cui vi consiglio di non lasciare nulla al caso. Sarete sempre nervosi e un po’ in apprensione per qualcosa quindi potreste essere un po’ distratti e commettere qualche errore nell’esecuzione dei vostri progetti, cercate di non dedicarvi a nulla di troppo complicato, non avrete la testa.

Quanto gomitoli hai? Le vostre scorte saranno più che sufficienti per tutti i progetti che avrete in testa.

Corsi e Workshop: Non avrete la testa per seguire corsi, rischierete di saltare le lezioni per impegni improvvisi, e non avrete la testa nemmeno per gli incontri con le amiche: arriverete in ritardo agli appuntamenti e sarete di umore non troppo socievole.

Leone: Lavori in corso: Questo mese dovrete tenere sotto controllo i vostri modi che potrebbero essere un po’ troppo bruschi e non contate mai sul favore della dea bendata perché guarderà sempre altrove. A parte questo ve la caverete alla grande, finirete i progetti che avete sui ferri e ne inizierete di nuovi con rinnovato entusiasmo!

Quanti gomitoli hai? Fate attenzione allo shopping compulsivo che potrebbe cogliervi a tradimento. D’altra parte sarà difficile resistere ai filati e ai colori della bella stagione, prima di aprire il portafogli però fate bene i vostri conti.

Corsi e Workshop: So che in fondo pensate di non avere bisogno di corsi e simili, ma vedrete che troverete pane per i vostri denti che sia un workshop o un’amica che vi mostrerà una nuova tecnica.

Vergine: Lavori in corso: Mese produttivo il vostro dove vi metterete a testa bassa e porterete a termine tutti i vostri progetti. Avrete voglia di partire con qualcosa di estivo o primaverile, ma siccome siete tipi metodici prima vorrete esaurire tutti i progetti a base di lana che avete sui ferri. Sarete sensibili al bello che potrebbe farvi distrarre più del dovuto.

Quanti gomitoli hai? Un regalo inatteso o un acquisto fatto sull’onda del sentimento del momento vi faranno allargare le vostre scorte, senza rimpianti.

Corsi e workshop: Parteciperete volentieri agli incontri con le amiche, anche se non sempre sarete sulla stessa lunghezza d’onda.

Bilancia: Lavori in corso: Mese poco rilassante il vostro per un motivo o per l’altro sarete sempre di corsa, per distrarvi da pensieri e problemi prendetevi delle pause e dedicatevi ai vostri lavori in sospeso, concentrarvi su ferri e punti vi aiuterà a ritrovare la calma.

Quanti gomitoli hai? Avrete voglia di farvi un regalo anche se non sarebbe il momento adatto, non abbiate rimpianti e concedetevelo: di sicuro ve lo sarete meritato.

Corsi e Workshop: Non sarà il mese giusto per ampliare le vostre conoscenze tecniche, a malapena riuscirete a vedere gli amici di sferruzzo.

Scorpione: Lavori in corso: Questo mese sarete molto indaffarati, non siate troppo rigidi nel programmare gli impegni perché dovrete gestire l’imprevisto, generalmente a favore. Avrete sempre un progetto tra le mani che vi aiuterà a tenere la mente ferma sul presente e a non farvi partire per la tangente, ricordatevi di sorridere agli amici ogni tanto.

Quanti gomitoli hai? Anche se non ne avrete veramente bisogno non riuscirete a resistere a un colore o a un filato che, come dire, rapirà i vostri sensi! Dovrete appropriarvene subito!

Corsi e Workshop: Questo mese avrete voglia d’imparare qualcosa di nuovo per realizzare il capo perfetto per la bella stagione e parteciperete a corsi interessanti, potreste fare nuove conoscenze.

Sagittario:  Lavori in corso: Questo mese direi che non potete lamentarvi, sarete frizzanti e pieni d’idee e voglia di partire a realizzarle! Non state a pensarci troppo però montate le maglie e partite. Fate attenzione alla scelta dei colori e degli abbinamenti, potrebbe non essere il vostro punto di forza, meglio chiedere consiglio.

Quanti gomitoli hai? Non avrete molti gomitoli messi da parte nei vostri cassetti e dovrete correre ai ripari altrimenti come farete a realizzare i vostri nuovi progetti?

Corsi e Workshop: Un po’ di pigrizia vi farà rimandare il corso su quella tecnica che è vero che dovreste conoscere, ma in fondo potete anche farne a meno.

Capricorno: Lavori in corso: Mese un po’ faticoso il vostro, gli impegni saranno tanti e in genere tenderanno ad accavallarsi, cercate di trovare il tempo di rilassarvi, tirate fuori il vostro progetto del momento e usatelo come anti stress.

Quanti gomitoli hai? Da brave formichine avrete risparmiato abbastanza per regalarvi i filati dei vostri sogni per la bella stagione, dovrete solo trovare il tempo di prenderli!

Corsi e Workshop: Vorreste seguire le amiche a corsi e seminari, ma non avete mai tempo!

Acquario: Lavori in corso: Questo mese sarete un po’ distratti: dagli amici, dalle idee che vi frulleranno per la testa e che dovranno essere metabolizzate prima di essere realizzate. La vostra attenzione sarà sempre altrove, quindi controllate bene il vostro lavoro prima di chiuderlo, potreste aver perso una o più maglie senza accorgervene.

Quanti gomitoli hai? Vi piacerebbe comprarvi decine di gomitoli, ma poi lascerete in tasca il portafogli, in fondo le vostre scorte vanno bene così.

Corsi e Workshop: Seguire un corso con costanza questo mese potrebbe essere un impegno superiore alle vostre forze, siate realistici.

Pesci: Lavori in corso: Questo mese, più del solito, avrete i piedi per terra. Non vi butterete a montare le maglie se non sarete certi di aver capito bene il progetto e aver fatto una stima del tempo che vi occorrerà per realizzarlo. Avrete le idee insolitamente chiare su cosa volete fare e come dovrà essere il risultato.

Quanti gomitoli hai? Mai abbastanza e infatti cercherete di aumentare le scorte, ma con criterio, senza spendere più del giusto.

Corsi e Workshop: Fate attenzione a scegliere il corso adatto altrimenti lo mollerete a metà, non fatevi trascinare dagli amici, seguite la vostra testa.

crafter · knit · pattern

Marzolino

Marzolino_1_lagrecchiknit

Signori e signore ecco a voi Marzolino, il mio primo scialle scaricabile free da Ravelry!

Come vedete è uno scialle triangolare e asimmetrico, con aumenti solo da un lato e solo sul dritto del lavoro. Vi è un alternanza di punti traforati molto semplici e di legaccio su maglia rasata quindi chi si vuole cimentare faccia attenzione alle istruzioni: non sempre è tutto rovescio quel che sembra.

La parte finale è lavorata con il punto Zoccolo di Cavallo, delle isole Shetland, che si può ripetere quante volte si vuole a seconda della dimensione che si vuole dare allo scialle.

Il filato è Beet di U/KNIT lab, Merino extrafine, 50 gr, 190 metri, che io ho lavorato con i ferri del 5, quindi ho usato un filato sottile con ferri grandi.

Il risultato mi piace molto: uno scialle leggero, ma caldo che si può mettere in borsa e tirare fuori quando serve, il filato si lavora molto bene e i punti risultano ben definiti, insomma una bella esperienza.

U/KNIT lab è un marchio che vende solo on line, il sito è in inglese, ma loro sono italiani, i costi sono ragionevoli e le spedizioni veloci, oltre ai filati hanno anche dei ferri della Addi in legno di olivo che prima o poi mi regalerò, li sto tenendo d’occhio da un po’.

Naturalmente Marzolino si può lavorare con il filato che avete in casa, vi serviranno circa 400 mt.

Ho altre idee in dirittura d’arrivo quindi questo è solo l’inizio, intanto buon divertimento con Marzolino!

 

 

Esperienze · knit

Rallentare

Boho_shawl_lagrecchi

Ci sono dei lavori che richiedono concentrazione e che a me servono per rilassarmi, per svuotare la mente o per rallentarla.

Fare le torte è un modo perfetto per trovare un equilibrio, ma lo è anche lavorare a maglia, soprattutto quando si tratta di motivi complicati. Allora mi piazzo sul divano, accendo la televisione, cerco un telefilm che magari ho già visto e parto.

Non accendo la radio perché a me piace ascoltare le parole non la musica e quindi comincerei a seguire il filo del discorso e finirei per distrarmi. Meglio la televisione meno impegnativa.

È così che nascono i miei motivi traforati, nella tranquillità e nel brusio sommesso di una storia possibilmente crime.

 

 

 

Esperienze · knit

Confrontarsi

Imparare_lagrecchi

Ho sempre avuti interessi diversi, di solito quando un argomento mi appassiona lo approfondisco.

Ho cominciato a leggere la rivista Astra mentre ero alle scuole medie, ho trovato degli inserti che spiegavano come fare i calcoli per la posizione dell’ascendente e della luna, ho provato, ci sono riuscita e da lì ho cominciato a cercare i grafici per redigere il tema natale e poi i libri per capire cosa stavo facendo. Tutto da sola, da autodidatta.

Con il passare del tempo però ho sentito il bisogno di un confronto e ho cominciato a seguire corsi e seminari, un po’ per mettere alla prova quello che avevo imparato da sola e un po’ per confrontarmi con gli altri.

Anche con la maglia è successa la stessa cosa. Ho imparato da autodidatta mettendo in pratica i consigli del libro: Lavorare a maglia per negati, poi ho sentito il bisogno di mettermi alla prova e ho cominciato a seguire i workshop di Emma Fassio, da cui ho imparato molto, e poi i knit cafè… insomma non ho più smesso di confrontarmi con gli altri.

Non chiudetevi in una stanza con il vostro lavoro tra le mani, uscite se appena potete, non si sa mai chi si può incontrare e quante cose si possono imparare!

knit

Memoria

IMG_20180307_105132-01

Ho fatto le medie in una scuola sperimentale di Milano che adesso non esiste più, annessa al Conservatorio. Lo strumento era obbligatorio e io ho studiato pianoforte per tre anni. Ovviamente ho imparato a leggere la musica, la chiave di violino e la chiave di basso. Passavo ore a esercitarmi, prima gli esercizi di pura tecnica e poi il resto, un po’ come nella danza, prima la tecnica e poi le sequenze.

Qual’era il problema? Che quando dovevo studiare un minuetto di Bach e lo dovevo ripetere mille volte invariabilmente alla terza volta smettevo di leggere la musica perché ormai lo sapevo a memoria. E questo non andava bene perché non dovevo andare a memoria, ma esercitarmi a leggere le note. Una faticaccia perché mi veniva spontaneo memorizzare e era difficile far finta di nulla, mi annoiavo, mi sembrava di perdere tempo.

Con le istruzioni dei modelli a maglia è un po’ la stessa cosa, soprattutto quando lavoro motivi traforati: alla terza ripetizione vado sicura a memoria, peccato che poi mi accorga che l’autore del pattern aveva modificato la sequenza proprio nelle ultime maglie o in quelle centrali, e così mi tocca disfare e ripetere la sequenza corretta.

La memoria è una bella cosa, ma ho imparato con l’esperienza che non sempre mi posso fidare, quindi mi armo di una buona dose di pazienza e leggo le istruzioni in questo modo risparmio tempo perché non devo disfare e rifare e il risultato è degno di soddisfazione!