becks

Le cronache di Becks il Gatto

Becks_2

Eccomi di ritorno, sono sempre io Becks il Gatto.

Per fortuna gli umani sono così distratti che è anche troppo facile per me usare il computer.

Si alzano dalla scrivania e lo lasciano in pausa. Pensano di essere al sicuro, ed è meglio così.

Ho scoperto da un pezzo come fare per riattivarlo, una volta mi avevano quasi scoperto ho dovuto vomitare per distrarli!

A me non piace questo periodo dell’anno, resto quasi tutto il giorno da solo che è divertente a volte, ma anche molto noioso. Toto il Bassotto dorme sempre e quando non dorme esce con gli umani. Io sto sempre qui.

Quando posso vado sul balcone e mi guardo intorno. Mi piace tenere tutto sotto controllo e immaginare possibili percorsi di fuga… Poi Elena chiude la porta e io resto fuori. Mai che si accorga di me, devo sempre sgolarmi per farmi aprire!

Sento un rumore! Vado.

vita quotidiana

Becks il Gatto

BecksilGatto_elenatrastelleegomitoli_1

Io sono Becks.

Ho visto che vi hanno ampiamente parlato del canide con cui purtroppo condivido la casa. Bisogna avere pazienza con gli umani, ma non vorrei che si dimenticassero di me come al solito.

E così ho aspettato. Adesso sono usciti quindi posso scrivere due righe. Temo che sospettino la mia abilità al computer, ma non importa. Trovo importante che il mondo venga a conoscenza della mia esistenza.

Io sono Becks il Gatto, vivo in questa casa da quando ero molto piccolo e non mi trovo molto male, poteva capitarmi di peggio.

Io sorveglio, controllo e cerco di contenere gli eccessi di Toto il Bassotto.

Ogni tanto vomito, ma nessuno è perfetto…

Il mio tempo è scaduto, stanno aprendo la porta, mi rifarò vivo.