La cucina della Grecchi

Torta di Cacao e Mandorle

Ed eccoci alla famosa rubrica: la torta di mezzanotte. Per i nuovi del blog mio marito al lavoro fa i turni e quando gli tocca il turno di notte gli preparo una torta per non lasciarlo solo durante il crollo glicemico.

La torta di oggi è più che altro un esperimento: avevo sott’occhio le mandorle pelate e non salate e il cacao da finire così ho pensato di metterli insieme in una torta che ho preparato con il Bimby, ma che si può tranquillamente fare alla vecchia maniera.

Ingredienti: 140gr mandorle, 120gr zucchero, 90gr burro, 3 uova, 200gr farina, 15gr cacao ( o più a piacere), lievito e latte q.b.

Per prima cosa occorre tritare le mandorle. Con il Bimby basta inserire gli ingredienti uno alla volta: prima le mandorle da tritare fini, poi il burro, le uova e lo zucchero. Vel. 5 40 secondi. Poi si aggiunge la farina e latte quanto basta per rendere morbido l’impasto. Vel. 5-6 40 secondi. Poi il lievito e il cacao. Vel. 4 20 secondi. Poi si versa in una tortiera, si informa e si cuoce, 40 minuti a 180 gradi e poi si mangia!

Alla vecchia maniera: si tritano le mandorle e si mettono da parte. Si sbattono i tuorli con lo zucchero e quando sono belli spumosi si aggiunge il burro precedentemente sciolto in un pentolino. Poi si mescola la farina, il lievito e le mandorle aggiungendo il tutto a cucchiaiate e diluendo con il latte se l’impasto diventa troppo solido. Poi si aggiunge il cacao. Alla fine si montano le chiare a neve ben ferma e si aggiungono alla preparazione mescolando lentamente per non smontarle.

In forno come sopra e il gioco è fatto!

La cucina della Grecchi

Torta di Farina Gialla

Tanto tempo fa in una lontana galassia…No ho sbagliato è un’altra storia.

Per la rubrica: Torta di Mezzanotte oggi vi parlerò della mia torta preferita la torta di farina gialla. Per i nuovi del blog mio marito al lavoro fa i turni e quando gli tocca la notte gli preparo sempre una torta da condividere con i colleghi.

La torta di farina gialla la preparo alla vecchia maniera e ne tengo una parte per me perché mi piace troppo. Ma passiamo alla ricetta:

150 gr di farina 00, 75gr di farina gialla, una bustina di lievito per dolci, 120gr di butto, 120gr di zucchero, 2 uova, latte q.b.

Sbattete bene i tuorli d’uovo con lo zucchero, fate fondere il burro e aggiungetelo a filo al composto di uova e zucchero, mischiate insieme le farine e il lievito e unitele a poco a poco all’impasto, il tutto deve risultare morbido, se vi sembra troppo sodo aggiungete un sorso di latte. Montate le chiare d’uovo a neve ben ferma e aggiungetele all’impasto, poi mettete il tutto in una tortiera e in forno a 180 gradi per circa un ora.

Sfornate e mangiate!

 

La cucina della Grecchi

Crostata alla crema di nocciole

crostatacremanocciole_LaGrecchi

Rieccoci alla famosa rubrica: la torta di mezzanotte. Per chi non lo sapesse il marito al lavoro fa i turni e ogni tanto gli capita il turno di notte, così per non lasciarlo con il buco allo stomaco delle tre di notte gli preparo una torta.

Questa crostata gliel’ho fatta una volta sola, avevo paura che fosse un po’ troppo fragile da trasportare, ma ha superato brillantemente la prova e magari ripeterò l’esperienza.

Vi dico subito che sia per la pasta frolla che per la crema di nocciole ho usato il Bimby che è proprio un bell’aiuto nella preparazione dei dolci, soprattutto delle creme. Entrambe le ricette sono nel libro base, quello che vi danno insieme al Bimby quando lo comprate. Tra parentesi devo dire che non rimpiango nemmeno un euro di questo acquisto.

La pasta frolla potete farla a mano, non è difficile, mettete 300 grammi di farina sul piano di lavoro e aggiungete 80 grammi di zucchero, un uovo e un tuorlo, 130 grammi di burro morbido e impastate il tutto velocemente, il segreto è non lavorare troppo l’impasto con le mani. Una volta compattato avvolgete l’impasto nella pellicola trasparente e lo riponete in frigo per 15 minuti.

L’alternativa ovviamente è comprare la pasta frolla già fatta al supermercato.

La crema alle nocciole invece si può sostituire facilmente con la Nutella, successo assicurato!

Il difficile almeno per me sta nella parte manuale del lavoro perché bisogna dividere l’impasto in due parti, una un po’ più piccola dell’altra, stendere la parte più grande e disporla nella teglia, mettere più crema che si può sopra l’impasto (senza esagerare, ma più se ne mette e più è buona!), poi si stende l’impasto più piccolo e lo si adagia sopra al tutto chiudendo bene i bordi. Qui il trucco consiste nell’usare due fogli di carta da forno: uno su cui appoggiare l’impasto e uno da mettere sopra in modo che il mattarello mentre lavora non tocchi l’impasto.

Poi in forno 30 minuti a 180 gradi o finché la torta non prende un bel colore dorato.

Si sforna e si mangia!

 

 

La cucina della Grecchi

Torta Marmorizzata

torta_marmorizzata_LaGrecchi

E ritorniamo alle torte!

Perché anche se è luglio e fa caldo, la produzione delle torte di mezzanotte non si ferma.

Oggi vi parlerò di un assoluto classico: la torta marmorizzata che potete trovare in tutti i ricettari. Si tratta di fare il solito impasto per la torta dividerlo in due parti e ad una di queste aggiungere del cacao. Poi si procede a mettere nella tortiera l’impasto a cucchiaiate alternando una parte chiara e una parte scura.

Questa torta la faccio da molto tempo, all’inizio usavo uno stampo per plum cake e procedevo come descritto sopra, ma ultimamente ho cambiato sistema. Uso un normale stampo rotondo, faccio l’impasto con il Bimby e ne verso una parte nella tortiera, aggiungo il cacao in quel che rimane, mescolo e lo verso nella tortiera sopra la parte bianca. In questo modo le due parti si mescolano un po’ meno e piace di più agli amanti del cioccolato, provare per credere!

Torta Marmorizzata per 4 persone

100gr di zucchero, 2 uova, 100gr di burro, latte quanto basta per rendere morbido l’impasto, 250gr di farina, mezza bustina di lievito per dolci, 20gr di cacao amaro in polvere.

Con questi ingredienti potete procedere con il Bimby o a mano. In questo caso dovete mescolare il burro morbido con lo zucchero, operazione che richiede un certo olio di gomito. Separate il tuorlo delle uova dall’albume e aggiungete i tuorli uno alla volta all’impasto. A questo punto unite la farina, il lievito e il latte. Separate l’impasto in due parti e ad una di queste aggiungete il cacao. Montate a neve ben ferma gli albumi, divideteli a metà e aggiungeteli alle due parti dell’impasto. A questo punto decidete come procedere: se volete un effetto marmorizzato mettete l’impasto a cucchiaiate nella tortiera alternando il chiaro e lo scuro o altrimenti provate come faccio io.

Poi in forno a 180 gradi per 40 minuti e il gioco è fatto!