i pattern della Grecchi

Kajal

Il caldo non è ancora arrivato, ma mi porto avanti con Kajal una maglia in cotone perfetta per quando comincerà a fare il tempo indeciso tra più 30 e meno 5!

Kajal è lavorata in top down e ha un motivo a greca traforata sulla schiena, molto semplice.

E’ realizzata con Kren di U/Knit lab, una fibra in cotone riciclato da jeans e capi in denim, avevo parlato di questo filato l’estate scorsa, qui trovate l’articolo.

Mi piaceva l’idea di avere qualcosa di nero nell’armadio, ma lavorarlo non mi entusiasmava anche perché il colore non permette particolari virtuosismi che non si vedrebbero! Così ho cercato un punto traforato.

In un vecchio libro ho trovato una pagina di una rivista, ormai ingiallita, con questo punto e ho capito subito che era quello giusto.

Le istruzioni le trovate come sempre su ravelry, se volete realizzare una maglia più comoda vi consiglio di fare la taglia superiore alla vostra.

Buon lavoro e buon divertimento!

esperienze della Grecchi · i pattern della Grecchi · Le scoperte della Grecchi

Battaglia dei cotoni riciclati: Kren di U/Knit

Ed eccomi con il primo dei cotoni che mi sono messa a testare.

Kren_Uknit_LaGrecchi

Come ho detto in un post precedente con l’arrivo del caldo la scelta di filati da lavorare si rinnova e nei negozi dei nostri fornitori abituali cominciamo a trovare cotone, lino, canapa e via di seguito. Fibre più fresche da indossare ma non sempre più semplici da lavorare rispetto alla nostra, o almeno alla mia, amata lana.

Anche in questo mercato la parola riciclo da alcuni anni sta diventando di uso comune soprattutto quando si parla di cotone e così ho pensato di provare alcuni di questi filati e di metterli a confronto.

Oggi vi parlo di Kren, di U/Knit, una casa di filati giovane che propone filati di buona qualità a dei prezzi accettabili. Kren è composto da 48% cotone, 47% poliestere e 5% altre fibre, è venduto in gomitoli da 50 grammi per 100 metri di filato.

Sul sito viene spiegato che si tratta di una fibra ricilata al 100% proveniente da jeans e capi in denim. I colori proposti sono quelli delle sfumature di blu e di nero.

Il filo è morbido, molto meno rigido rispetto ad altri cotoni, piacevole al tatto e un po’ lucido. Io ho la mano morbida così l’ho lavorato con i ferri del 4, sulla fascetta viene consigliato 4,5 -5.

Il filato scorre bene sui ferri, i punti restano ben definiti e il filo non si apre. Devo ammettere che mi è piaciuto molto lavorarlo.

Il capo realizzato, una maglia con un traforo sulla schiena,  è piacevole da indossare sulla pelle, leggero e mi è venuta voglia di farne un altro, magari un po’ più scollato da mettere alla sera.

Io l’ho lavato a mano, mi fido poco a usare la lavatrice con i capi che realizzo ai ferri, e non ha perso il colore.

Quindi promosso!

Ci vediamo alla prossima puntata con Prato Cotton di BettaKnit.