esperienze della Grecchi

Pause

Quante volte rincorriamo il tempo per riuscire a fare tutte le cose che avevamo messo in programma? E quante volte rinunciamo a qualcosa che ci piacerebbe fare e che magari ci farebbe pure bene semplicemente perché non abbiamo più tempo? Troppe di sicuro, e tranquilli non sto per parlare di attività fisica o diete!

Per lavorare a maglia o a uncinetto ci vuole tempo e un minimo di concentrazione. Ritagliarsi un piccolo spazio nella giornata per dedicarsi a quello che ci piace e che ci permette di rilassarci e staccare è importante.

Io ad esempio sferruzzo nella mia pausa pranzo e di solito è il momento dove sono più produttiva: in un tempo relativamente breve riesco a procedere molto rapidamente nel lavoro. Poi c’è la sera, ma non sempre perché alle volte sono davvero troppo stanca per prendere i ferri in mano.

E voi quando vi prendete una pausa?

esperienze della Grecchi

Al lavoro!

Oggi parlo a voi che da piccoli avete preso i ferri in mano e che poi li avete abbandonati, a voi che in effetti vi piaceva lavorare con le mani, ma che poi siete stati distratti da altre cose sempre più urgenti o necessarie e che siete immersi nel vostro quotidiano.

Non vi è mai venuto in mente che potreste realizzare da soli una sciarpa o un cappellino senza spendere troppo?

Al giorno d’oggi è sicuramente più veloce prendersi una sciarpa o una maglia in un negozio, magari in uno di quei grandi store che ci sono in centro, e non importa di cosa è fatta o di chi l’ha fatta, basta che costi poco e che ci stia più o meno bene. In un attimo siamo vestiti di tutto punto a una cifra che riteniamo accettabile e possiamo uscire con le amiche o andare in ufficio sentendoci sempre a posto.

Molto più comodo.

Ma, e qui il ma era d’obbligo! E’ poi vero che quello che compriamo nei grandi store ci piace o ci sta bene? Alle volte mi chiedo se la gente quando si guarda allo specchio si vede.

Io per esempio ho rinunciato a cercare in questi posti un paio di jeans, un semplice, normale paio di jeans. Perché quello che trovo mi sta malissimo e evidenzia con cura tutte, ma proprio tutte le mie imperfezioni.

Così quando ho bisogno comincio a risparmiare e poi vado a cercare in qualche boutique, in qualche negozio di sicuro molto più caro di uno store, ma dove finalmente trovo qualcosa che non mi faccia sembrare un puffo grasso.

Tornando a noi farsi una sciarpa, un collo o un cappellino ai ferri è divertente, ci fa usare la testa e soprattutto ci permette di farla esattamente come la vogliamo e se perseverate arriverete persino a farvi una maglia, quindi niente scuse e afferrate i ferri!

E se siete degli irriducibili considerate cosa vi andate a comprare e di quanta plastica è fatto, vi ricordo che le fibre naturali sono: lana, cotone, lino, alpaca, e non polyestere o poliammide.

i libri della Grecchi · Uncategorized

Endòre

Facevo la prima media quando ho letto Lo Hobbit di J. R. R. Tolkien, era il 1978 e non ne sapevo niente di campi Hobbit e simili. Per me era solo un libro di cui un’amica mi aveva parlato bene e di solito quello che piaceva a lei piaceva anche a me.

E’ iniziata così la mia passione per le storie di Tolkien di cui piano piano ho letto tutto ciò che è stato tradotto in italiano, compreso naturalmente Il Silmarillion. Avevo quattordici anni, non nascondo che ho fatto una gran fatica a superare la prima parte…

Ma perché vi racconto questa storia? No non è per introdurre un nuovo progetto di maglia, ma perché è on line l’ultimo numero della rivista Endòre, completamente dedicata a Tolkien a cui ho collaborato e che resta nel mio cuore.

Endòre in elfico significa Terra di Mezzo che era il nome della fanzine (qualcuno se le ricorda le fanzine?) creata da Franco Manni nel 1992, l’unica rivista autonoma completamente dedicata a Tolkien in Italia.

Ricordo un tempo dove ci trovavamo tutti da Franco, la casa invasa da pile di fogli che noi collaboratori con pazienza mettevamo insieme per creare la rivista che allora poteva essere solo in formato cartaceo e che poi veniva spedita agli appassionati. 

Adesso la potete trovare on line, se vi piace l’opera di Tolkien andate a dare un’occhiata!

esperienze della Grecchi

Sbagliare è umano

A tutti capita di sbagliare, la perfezione è difficile da raggiungere e secondo me è ancora più difficile da mantenere. Ma chi ha voglia di parlare dei propri errori? Pochi o nessuno è normale. 

Invece l’errore fa parte della vita quotidiana e soprattutto dell’esperienza di ogni knitters. Alzi la mano chi non ha mai sbagliato una taglia, un campione o un punto traforato!

Parlare dei nostri sbagli secondo me fa bene perché fa capire alle principianti che non devono spaventarsi per un buco imprevisto e non visto e perché gli errori fanno aguzzare l’ingegno per trovare un rimedio, fanno imparare nuove tecniche per evitare di ritrovarsi nei pasticci e insegnano la pazienza. Insomma per fortuna sbagliamo!

Il mio ultimo errore degno di rilievo riguarda un cardigan che avevo in mente. Di sicuro ho sbagliato il campione perché mi è venuto piccolo: non si chiude.

Mossa da speranza ho pensato di farlo provare a un’amica di una taglia inferiore alla mia, ma… niente non si chiude nemmeno a lei! Oltre al campione devo aver fatto la pensata del secolo: fare qualche aumento in meno per il raglan fiduciosa che il filato una volta messo in forma in acqua avrebbe ceduto. Non l’ha fatto o almeno non abbastanza.

Adesso non mi resta che disfare il lavoro, armarmi di una buona quantità di pazienza, fare un campione ben fatto e eseguire il giusto numero di aumenti per il raglan. Quello che ho imparato è che devo avere pazienza anche se ho fretta di vedere l’idea trasformata in realtà.

E voi cosa avete sbagliato?

i libri della Grecchi

Un Delitto d’Onore

Il libro di oggi cade proprio nel giorno giusto, anche se secondo me non basta e non serve festeggiare o ricordarsi delle donne un giorno all’anno. 

Detto questo oggi vi parlo di un romanzo di Giovanni Arpino, autore di cui avevo già letto Sei stato felice Giovanni e di cui ho parlato qui.

Un delitto d’onore è una storia ambientata in provincia di Avellino negli anni ’20, in un Italia che stava diventando fascista. Parla dell’ossessione di Gaetano Castiglia per una ragazza molto più giovane di lui che decide di sposare. Nella sua mente Sabina è creta da plasmare e soprattutto pura, quindi vergine. Ma non è così e lo scopre dopo le nozze. Cosa accade in seguito lo spiega chiaramente il titolo del romanzo.

Quello che mi è piaciuto e che mi ha fatto riflettere è la descrizione di come un uomo all’apparenza normale arrivi alla decisione di uccidere la donna che ha tradito le sue aspettative. Aspettative che non hanno niente a che fare con la realtà. Castiglia non vede Sabina e soprattutto non l’ascolta.

Sono passati gli anni, c’è stata una guerra e il boom economico la società è cambiata, ma è poi così vero?  Se lo fosse ci sarebbero meno uccisioni di donne. Il meccanismo profondo che fa scattare la reazione violenta dell’uomo è poi così diverso da quello che ha fatto scattare Castiglia nel romanzo e che Arpino ha descritto mettendosi nella sua testa?

Insomma questo libro mi è piaciuto e mi ha fatto riflettere, se non l’avete letto ve lo consiglio.

La cucina della Grecchi

Wok

Quest’anno mia madre mi ha fatto un regalo di compleanno di un certo peso!

Si tratta di una pentola wok in ghisa con coperchio e utensili in legno per mescolare gli ingredienti. Non solo è utile, ma anche molto bella esteticamente.

Ci fu un tempo, mi pare negli anni Novanta in cui questo tipo di pentola andava di moda, la si poteva trovare un po’ ovunque e io l’avevo presa all’Ikea.

A quell’epoca quando andavi a cena dagli amici facilmente potevi ritrovarti a mangiare riso cantonese e altri piatti della cucina cinese, non ordinati al ristorante ma eseguiti proprio dalla padrona o dal padrone di casa. 

Io questa pentola l’ho sempre usata per la cucina di tutti i giorni e l’ho trovata molto comoda quindi è un gradito ritorno, certo questa volta è in ghisa e devo fare amicizia con questo materiale che vuole il suo tempo per scaldarsi, ma ho già iniziato a usarla!

Se avete consigli, trucchi o ricette adatte a questa pentola scrivetemi!

Le stelle della Grecchi

Oroscopo dei Knitters: Marzo 2019

Ariete: Lavori in corso: Questo mese di marzo vi vede abbastanza tranquilli, fate attenzione alle finanze e alle spese impreviste. Vi troverete bene al chiuso quindi tirate fuori ferri e uncinetto e datevi da fare: tra poco partirà la stagione calda, quindi è meglio terminare maglie, sciarpe e cardigan pesanti! Fossi in voi metterei sui ferri qualcosa per la casa, potrebbe essere una buona occasione per dare fondo a tutti quei rimasugli di lana che non avete il coraggio i buttare, ma di cui non sapete che fare.

Quanti gomitoli hai: Non cedete alle tentazioni altrimenti il vostro portafogli ve ne farà pentire. Le occasioni tornano, non vi preoccupate.

Corsi e incontri: Vi troverete bene in compagnia quindi cercate di essere puntuali e di non saltare gli appuntamenti con gli amici di knitting e crochet!

Toro: Lavori in corso: Inizia per voi miei cari Toro un periodo di cambiamenti grandi e piccoli con l’arrivo di Urano nel vostro segno, ma tranquilli per ora i diretti interessati saranno i nati nella prima decade, gli altri possono rilassarsi per ora. Questo mese vi vede piuttosto sotto pressione e quindi cercate di rallentare il ritmo con un po’ di maglia o di uncinetto, farà bene alla testa oltre che al fisico.

Quanti gomitoli hai? Avrete abbastanza buon senso da non cadere in tentazioni, bravi!

Corsi e incontri: Fate attenzione alle amiche, non tutte potrebbero essere sincere con voi, per il resto non programmate e accettate gli inviti dell’ultimo minuto!

Gemelli: Lavori in corso: Questo mese vi consiglio di muovervi con attenzione miei cari Gemelli, l’imprevisto giocherà a vostro sfavore, quindi siate ben sicuri di quello che volete dire o fare e siate pazienti, mi raccomando. Non cimentatevi in lavori troppo complessi, questo non è il mese adatto, un po’ di rilassante maglia rasata è quello che fa per voi, vi rifarete nei prossimi mesi!

Quanti gomitoli hai? Quelli che vi servono non uno di più, anche questo mese è meglio resistere alle tentazioni.

Corsi e incontri: Parteciperete volentieri a corsi e workshop, ritroverete gli amici e conoscerete persone nuove, date la preferenza agli incontri vicino a casa o nella vostra città.

Cancro: Lavori in corso: Miei cari Cancro finalmente Urano si toglierà dai piedi questo mese e voi potrete concentrarvi con calma su quello che vi piace. Certo una calma relativa, le responsabilità non mancheranno, ma potrete programmare con tranquillità. D’altra parte questo per voi è un mese molto favorevole sia nel pubblico che nel privato, quindi cercate di sfruttarlo dedicandovi ai vostri progetti preferiti che lavorerete senza fatica e che saranno meravigliosi!

Quanti gomitoli hai? Questo è il mese giusto per lasciarsi andare alle tentazioni, vi ho detto che è un periodo favorevole, quindi fatevi quel regalo a cui pensate da tempo!

Corsi e incontri: A casa non vi troveranno mai, sarete sempre fuori per un knit cafè, un corso, un aperitivo in maglia, insomma vi divertirete parecchio!

Leone: Lavori in corso: Questo non sarà un mese molto rilassante miei cari Leone, ve lo dico subito, specialmente se siete della prima decade, Urano passerà nel segno del Toro e voi sarete i primi a sentirne le conseguenze, niente di male tranquilli ma preparatevi ai cambiamenti imprevisti e a un senso di irrequietezza costante. Per tutti non mettete sui ferri progetti troppo complessi resterebbero nella borsa tutta l’estate, concentratevi su quello a cui state lavorando e cercate di portarlo a termine.

Quanti gomitoli hai? L’imprevisto non deve essere per forza negativo e infatti potreste combinare degli ottimi affari questo mese o ricevere regali imprevisti, buona fortuna!

Corsi e incontri: Vi piacerebbe vedere gli amici, ma non sempre riuscirete a incastrare le date, cercate di non trascurarli troppo.

Vergine: Lavori in corso: Miei cari Vergine questo per voi è un mese impegnativo, ma con la vostra perfetta organizzazione riuscirete a venirne fuori, oltretutto avrete l’appoggio di Urano che questo mese entrerà nel segno del Toro, vostro amico. Urano vi farà fare le cose più in fretta e potrebbe essere la volta buona per finire tutti i progetti in sospeso così da iniziare la bella stagione con qualcosa di nuovo sui ferri.

Quanti gomitoli hai? Accetterete di spendere solo davanti a filati assolutamente irresistibili, altrimenti rimanderete l’acquisto.

Corsi e incontri: Questo mese potreste allargare il vostro giro di incontri partecipando a nuovi knit cafè o frequentando workshop in luoghi diversi dai soliti, buon lavoro!

Bilancia: Lavori in corso: Miei cari Bilancia questo mese la sfera personale sarà al centro dei vostri pensieri che si tratti di casa o famiglia e qualche piccolo cambiamento richiederà la vostra attenzione. Per fortuna ci sono le amiche e i vostri lavori di maglia e uncinetto che vi permetteranno di staccare e di rilassarvi facendo ciò che vi piace circondate da colori perfettamente in armonia.

Quanti gomitoli hai? Fate attenzione alle vostre finanze perché l’imprevisto potrebbe farvi rivedere i vostri piani di spesa non solo in negativo naturalmente. In ogni caso vi meritate un acquisto fuori programma, non negatevelo!

Corsi e incontri: Non rifiutate gli inviti e cercate di non saltare gli appuntamenti settimanali, saranno molto più divertenti del previsto!

Scorpione: Lavori in corso: Miei cari Scorpione questo per voi è un mese propizio di cui vi consiglio di approfittare sia in casa che sul lavoro. Se avete dei progetti da realizzare, non solo di maglia, questo potrebbe essere il mese giusto per cominciare a verificarne la solidità o addirittura cominciare a realizzarli. Cercate di contare solo sulle vostre forze e usate il tempo libero per terminare i progetti di maglia o uncinetto ancora a metà, tra poco è primavera!

Quanti gomitoli hai? Avrete la possibilità di allargare le vostre scorte, ma solo se necessario.

Corsi e incontri: Questomese un po’ di socialità non potrà che farvi bene, quindi non saltate gli appuntamenti con gli amici altrimenti rischiate di essere tagliati fuori dal mondo.

Sagittario: Lavori in corso: Miei cari Sagittario questo mese vi consiglio prudenza mi raccomando. Se dovrete prendere delle decisioni datevi tempo e non agite d’impulso, se non riuscirete a farvi capire dai vostri cari non insistete, arrabbiarsi non serve. Per il resto gli impegni quotidiani si faranno pressanti e non avrete molto tempo da dedicare ai vostri progetti di maglia e uncinetto purtroppo, per lo meno non iniziatene di nuovi!

Quanti gomitoli hai? Fate attenzione perché potreste ritrovarvi a corti di gomitoli… OMMIODDIO!

Corsi e incontri: Se decidete di seguire un corso accertatevi di andare a casa con tutto ben chiaro in testa, le amiche potrebbero non essere di aiuto.

Capricorno: Lavori in corso: Bel mese il vostro miei cari Capricorno, finalmente non avete più nulla contro anzi da questo mese Urano è dalla vostra e vi sosterrà nel caso di eventuali cambiamenti di lavoro, di casa o altro ancora. Se vi viene un’idea seguitela che si tratti di lavori a maglia o a uncinetto o altro ancora, potrebbe essere la famosa idea giusta al momento giusto!

Quanti gomitoli hai? Nei hai abbastanza, certo, ma un acquisto in più non potrà fare molto male non credi? Dopo non sentirti in colpa mi raccomando!

Corsi e incontri: Questo è il mese giusto per la socialità, non mancate a nessun appuntamento o a nessun workshop: conoscerete persone nuove e le buone occasioni compariranno quasi da sole, starà a voi coglierle!

Acquario: Lavori in corso: Miei cari Acquario questo mese sarete concentrati su voi stessi, sulla vostra casa, il lavoro, le associazioni di cui sicuramente fate parte. La vostra attenzione non sarà quasi mai sul qui e ora e questo non è un bene, quindi sedetevi e concentratevi, soprattutto se siete della prima decade, la distrazione sarà dietro l’angolo e finirete per lasciare tutto a metà. E mi raccomando: state calmi! Contate sempre fino a dieci prima di aprire bocca e se dovete prendere delle decisioni prendete tempo.

Quanti gomitoli hai? Ne avete abbastanza credetemi, è solo un illusione pensare di avere bisogno di altro filato! Questo mese usate solo quello che avete in casa, mi raccomando!

Corsi e incontri: Segnatevi da qualche parte gli appuntamenti perché siete sulla buona strada per dimenticarvene!

Pesci: Lavori in corso: Questo è il vostro mese miei cari Pesci, il caso anche se un po’ restio giocherà a vostro favore, quindi approfittatene! In casa e sul lavoro sarete piuttosto indaffarati, ma avrete voglia di novità e non resisterete: comincerete almeno due nuovi lavori perfetti per la bella stagione, ma ricordatevi di finire quelli iniziati, almeno uno!

Quanti gomitoli hai? Non sentirete il bisogno di allargare le vostre scorte, cederete solo davanti a cose più che meravigliose.

Corsi e incontri: Non salterete nemmeno un appuntamento con le amiche e farete bene, ci saranno persone nuove da conoscere e nuove tecniche da imparare, sarà molto divertente!

i pattern della Grecchi

Kajal

Il caldo non è ancora arrivato, ma mi porto avanti con Kajal una maglia in cotone perfetta per quando comincerà a fare il tempo indeciso tra più 30 e meno 5!

Kajal è lavorata in top down e ha un motivo a greca traforata sulla schiena, molto semplice.

E’ realizzata con Kren di U/Knit lab, una fibra in cotone riciclato da jeans e capi in denim, avevo parlato di questo filato l’estate scorsa, qui trovate l’articolo.

Mi piaceva l’idea di avere qualcosa di nero nell’armadio, ma lavorarlo non mi entusiasmava anche perché il colore non permette particolari virtuosismi che non si vedrebbero! Così ho cercato un punto traforato.

In un vecchio libro ho trovato una pagina di una rivista, ormai ingiallita, con questo punto e ho capito subito che era quello giusto.

Le istruzioni le trovate come sempre su ravelry, se volete realizzare una maglia più comoda vi consiglio di fare la taglia superiore alla vostra.

Buon lavoro e buon divertimento!

LaGrecchiShop

Shop

Per questo mese ancora nessuna novità nello shop, le novità arriveranno dal mese prossimo e man mano che la stagione comincerà a diventare più calda.

Nell’attesa vi presento una versione bianca e azzurra di Sollazzo, uno scialle lavorato con un filo sottile e dei ferri grossi che lo rendono ampio e leggero, e un nuovo coloratissimo Happy FrogFish!

Li trovate sullo shop insieme ai loro fratellini che attendono di essere adottati da voi!

A proposito vi siete iscritti alla newsletter? Se volete le anteprime delle novità vi conviene iscrivervi!

La maglia della grecchi

Campione

Oggi parliamo di un argomento scottante nel mondo della maglia: il campione croce e delizia di noi knitters! 

Per chi non pratica sappiate che il mondo knitter si divide tra chi non lo fa mai, chi lo esegue sempre a regola d’arte e chi si arrangia lavorando per un po’, poco, e misurandolo ancora sui ferri.

La stragrande maggioranza non lo fa mai nonostante le designer e le insegnanti si sgolino sull’importanza di lavorare sempre un campione prima di affrontare un progetto.

Perché è così antipatico? Perché hai appena comprato un filato meraviglioso, hai studiato le istruzioni e non stai più nei ferri dalla voglia di cominciare il tuo nuovo meraviglioso lavoro!

Cosa si rischia a partire così di getto? Ovviamente di disfare tutto il lavoro perché o troppo grande o troppo piccolo, o le maglie sono troppo larghe o troppo compatte e così via. Certo si può azzeccare tutto grazie all’occhio e all’esperienza, ma mi spiace dirlo è solo fortuna.

A cosa serve fare un campione? E’ indispensabile almeno per tre motivi: se è la prima volta che utilizziamo un filato ci serve per capire quali ferri utilizzare per avere la consistenza che ci piace di più. Se dobbiamo eseguire un capo di un designer dobbiamo ottenere un campione uguale a quello indicato nel pattern altrimenti dobbiamo essere consapevoli che il capo ottenuto non avrà le dimensioni desiderate. Se stiamo inventandoci qualcosa ci serve per determinare con quante maglie partire per avere un capo delle dimensioni desiderate.

Cosa serve per eseguire un campione? Pazienza, tanta tanta pazienza. 

Come si fa un campione? Bisogna lavorare un quadrato di almeno 15 cm di lato nel punto che poi utilizzeremo per il capo che andremo a realizzare. Se lo fate più piccolo non serve, credetemi.

Il campione deve essere grande non microscopico perché altrimenti la misura ottenuta non sarà attendibile. 

Poi bisogna metterlo in forma in acqua e aspettare che asciughi. In alternativa ci si può passare sopra il ferro da stiro a vapore, ma io preferisco l’acqua.

Infine bisogna stenderlo bene in piano, tenerlo fermo, di solito si usano degli spilli, prendere un centimetro e misurare in orizzontale quante maglie ci sono in 10 cm e questa misurazione bisogna farla lontano dai bordi, che hanno una tensione diversa rispetto al resto del lavoro. Poi misurate in verticale quante maglie ci sono in 10 cm. Queste misurazioni vi servono per capire quante maglie montare per avviare il vostro lavoro e quanti ferri dovrete lavorare per ottenere le dimensioni richieste o che vi siete immaginati. 

Tutto quello che ho scritto vi farà cambiare idea sul campione? Purtroppo no…