i libri della Grecchi

Sei stato felice, Giovanni

Arpino_ilibridellagrecchi

Nella box di Hoppipolla questa volta ho trovato un libro: Sei stato felice, Giovanni di Giovanni Arpino, il suo primo libro ristampato da Minimum Fax.

Non potevo evitare di leggerlo, anche perchè non ho mai letto nulla di questo autore. In effetti non ho un buon rapporto con la letteratura italiana. Una volta per la scuola ho provato a leggere un libro di Alberto Moravia: Gli indifferenti. Non l’ho mai finito. Sempre per la scuola ho letto anche Cesare Pavese: La luna e i falò. Questo l’ho finito, ma ho capito subito che questi romanzi non facevano per me.

L’unico autore di cui ho letto quasi tutto è Italo Calvino. È sempre riuscito a tenere la mia attenzione sulla pagina.

Quando ho visto il libro di Giovanni Arpino ho pensato che ormai ne era passata tanta di acqua sotto i ponti dagli anni della scuola e che ormai non sono più la stessa e ho cominciato a leggerlo.

Il primo problema è stato la mancanza di punteggiatura, a cui non sono abituata, ma ho scoperto che dopo poche pagine non ci si fa più caso. Il secondo problema è che parla di un mondo che ormai è molto lontano da noi quello del dopoguerra, bisogna fare un piccolo sforzo per tornare all’Italia dell’epoca e le descrizioni a volte non aiutano. Mi sono resa conto di non aver mai visto nessuno con indosso un cappello di carta, di non sapere chi siano i venditori di gomme, ma alcune cose sono rimaste le stesse come le osterie, le trattorie, i bar e i clienti che vi girano intorno.

Più che la storia sono state le descrizioni che mi hanno tenuto sulla pagina, il flusso di parole che dipinge il quadro. Il protagonista è un ragazzo in quella fase della vita in cui ha finito le scuole, in questo caso è finita anche la guerra, e vuole vivere senza pensare al domani, vuole solo essere felice e rimanda finché si può il tempo delle decisioni e dell’azione.

Sono riuscita a finire il libro e sono contenta dell’esperienza, ma continuo a pensare di non essere portata per la letteratura.

 

crafter · Esperienze · knit

Mani

mano_morbida_lgrecchi

Non mi sono mai interessata molto dei lavori fatti a mano. Li apprezzavo certo, ma i miei interessi erano altrove e non mi fermavo mai a pensare al tempo e all’impegno che poteva nascondersi dietro alla realizzazione di un vestito fatto da una sarta, una borsa o un paio di orecchini pensati, creati e costruiti da un artigiano.

Di solito passiamo davanti alle bancarelle dei mercatini così come passiamo davanti alle vetrine, senza soffermarci troppo.

Poi ho cominciato a sferruzzare e mi sono resa conto dell’impegno e della creatività che ci vuole per realizzare anche una semplice sciarpa. Soprattutto mi sono resa conto di quanto le nostre mani siano diverse l’una dall’altra, non solo nella forma, ma anche nel modo in cui lavorano.

Una volta mi sono trovata ad un corso, lavoravamo tutte lo stesso tipo di filato con lo stesso numero di ferri, ma ognuna di noi otteneva un lavoro diverso: chi molto fitto, chi molto morbido, chi una giusta via di mezzo. Ricordo ancora il mio stupore perché secondo me dato lo stesso filato e lo stesso numero di ferri dovevamo tutte ottenere un lavoro uguale, preciso, identico. E invece no.

Così ho imparato che lavorando ai ferri si può avere la mano morbida o la mano stretta, le più fortunate hanno una mano giusta: né troppo morbida né troppo stretta, di conseguenza la scelta dei ferri da utilizzare in un lavoro non può prescindere dalle caratteristiche della propria mano, ed è per questo che fare un campione prima di qualsiasi lavoro è così importante.

Fare il campione non è tempo perso, ma tempo guadagnato.

cucina

Torta al limone

torta_limone_lagrecchi

Questa torta è nata dal bisogno di utilizzare un limone di cui avevo già grattato la scorza. Tranquilli era un limone non trattato, la scorza l’avevo usata per fare una specie di pesto giallo con olio e parmigiano grattugiato con cui condire la pasta.

Poi mi era rimasto un limone nudo! Così ho sperimentato questa torta che mi dicono sia venuta bene. Se vi piace il genere potete provare anche questa ricetta di Bananna Kitchen io non amo questo frutto e mi sembra troppo limonosa, ma mi riservo di provare la salsina finale.

Gli ingredienti sono i soliti:

100 gr di zucchero, 3 uova, 100 gr di burro, 250 gr di farina 00, una bustina di lievito e il succo di un limone. Si mescolano insieme tutti gli ingredienti come sapete fare, con o senza Bimby,  e si informa a 180 gradi per 40 minuti.

Poi si mangia!

 

 

 

Eventi · libri · sensazioni

SalTo18

manifesto2018_DEF_cmyk

Seppellite il mio cuore al 31° Salone Internazionale del Libro di Torino il 10 maggio verso le 10 di mattina e disseppelitelo il 14 maggio nel pomeriggio. Quest’anno una volta entrati non vorrete più uscire tanto ci sarà da leggere, vedere e ascoltare.

Il Salone si svolgerà al Lingotto, padiglioni 1, 2 e 3 Lingotto Fiere e padiglione 5 che sono in overbooking, non ci sta più uno spillo!

Quest’anno il paese ospite sarà la Francia, ma tutti hanno voluto essere a Torino, da Jeremy Rifkin al neo premio Pulitzer Andrew Sean Greer, da Roddy Doyle a Alicia Giménez-Bartlett, da Roberto Saviano a Eduard Limonov e Bjiorn Larsson. La lista è lunga, ma tranquilli potete trovare il programma qui

Ci saranno i finalisti del Premio Strega, il vincitore verrà annunciato al Salone, ci sarà il cinema con Bertolucci e Guadagnino, le serie televisive con i doppiatori di Games of Thrones, Lucca Comics and Games con un confronto tra gli ideatori di Assassin’s Creed, e il direttore del Museo Egizio di Torino, Christian Greco, il Bookstock Village la parte del salone dedicata alle scuole e ai ragazzi di ogni età, dai più piccoli agli adolescenti.

Una parte sarà dedicata al Vicino Oriente con Anime Arabe in occasione dei quarant’anni dalla pubblicazione di Orientalismo di Edward Said, in questo ambito si parlerà anche dell’Egitto contemporaneo con ospiti i genitori di Giulio Regeni.

Nicola Lagioia il direttore editoriale del salone del Libro alla conferenza stampa di presentazione ha fatto un intervento fiume per raccontarci tutto quello che è riuscito a stipare in questa 31 edizione vincendo l’hastag su twitter #maratonalagioia!

E io sono rimasta ipnotizzata da tutti i nomi e gli eventi che sentivo snocciolare. Riuscivo solo a pensare: e poi? e poi chi altro? E poi ci saranno feste in tutta la città oltre a quella classica di sabato della Scuola Holden, e poi ci sarà il Salone Off con eventi sparsi in tutta la città, insomma saranno giornate molto intense segnatevi bene le date in calendario: dal 10 al 14 maggio 2018 a Torino, Lingotto Fiere gli orari sono dalle 10 alle 20.

Ah! Il programma non è ancora definitivo, altri eventi potrebbero aggiungersi, verificate sul sito, ci vediamo al Salone!

 

 

 

 

 

Uncategorized

Tempo di fiere

Manualmente_aprile_2018_lagrecchi

La mezza stagione è sempre tempo di fiere. Aprile e Maggio sono i mesi di Manualmente e del Salone del Libro, almeno qui a Torino, e un giro è d’obbligo.

Manualmente di aprile si è svolta lo scorso week end al Lingotto, io ci sono andata il primo giorno, venerdì e ho fatto una bella coda alle casse. Una volta dentro mi sono mossa tra i corridoi pressata da ogni parte da gente attirata come mosche da perline, gomitoloni coloratissimi e bottoni di ogni forma e colore.

In questa fiera infatti si può trovare tutto quello che serve per lavorare a maglia, all’uncinetto, per fare découpage e ogni altro tipo di attività creativa che utilizzi le mani.

Ci sono dimostrazioni, corsi, di tutto un po’ e ci sono anche artisti che espongono le loro opere tessili, il crochet free form, idee originali come un vaso per i fiori che è un sacchetto di plastica o iniziative benefiche come quella delle Creative per la Ricerca che hanno realizzato Molly, una bambola che serve per sostenere la ricerca sul tumore al seno.

Insomma è sempre un’esperienza interessante aggirarsi per questa fiera, il prossimo appuntamento è dal 27 al 30 settembre segnatevelo sul calendario!

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Esperienze · knit · Uncategorized

Non arrendersi

esami_lagrecchi

Si dice che nella vita non si smetta mai di affrontare prove, esami. Ci sono quelli scolastici, quelli universitari, quelli lavorativi, quelli sentimentali e via dicendo.

Ho sempre pensato che sia un modo un po’ ansiogeno di vivere le esperienze quotidiane, la parola esame implica non solo il superamento o meno di una prova, ma anche un giudizio di merito: bene se lo passi, male se non lo passi.

Io di esami ne ho sostenuti parecchi con alterne vicende, come è normale, per la cronaca alla fine la laurea vecchio ordinamento l’ho conseguita, e quando vado a mettere in forma il mio capo sferruzzato con tanta dedizione affronto un esame vero e proprio.

Di solito lo metto in forma in acqua poi attendo il responso finale: come sarà una volta asciutto? Troppo grande? Troppo piccolo? Anche se prima di cimentarmi ho fatto un campione, l’ho lavato, preso le misure e messo su le maglie so per esperienza che della mia mano non posso fidarmi fino in fondo quindi tutte le volte che aspetto l’asciugatura di un capo sono un po’ in ansia.

Per fortuna con il tempo e l’esperienza non mi capitano più brutte sorprese, ma ci sono state delle volte memorabili in cui il capo è sembrato triplicare la taglia!

L’unico modo efficace per superare gli esami è applicarsi ed essere pronti a correggere il tiro se il risultato non è quello sperato. Disperarsi, buttarsi giù di morale, convincersi di non essere capaci o arrendersi non sono il modo giusto di affrontare né gli esami scolastici né le prove di ogni giorno.

 

 

Esperienze · Eventi

Hoppipolla

Hoppipolla_lagrecchi

Questa strana parola è molte cose.

È una canzone dei Sigur Ros, un gruppo musicale islandese.

È una parola islandese che significa saltare le pozzanghere.

È cultura indipendente: una scatola che arriva a casa per posta una volta al mese piena di sorprese. Io non so mai cosa conterrà esattamente, ma so che troverò un oggetto di design, ogni volta diverso, un progetto di editoria indipendente, che può essere un libro, un fumetto o altro, un progetto di illustrazione, una playlist che si può ascoltare su Spotify e sempre una piccola sorpresa, tanto per aumentare il piacere dell’apertura della scatola.

È un po’ come essere un Hobbit e ricevere un regalo ogni mese, appaga quella parte di noi che non è mai stanca di sorprendersi.

È anche un modo per conoscere nuovi progetti e creativi che altrimenti non avremmo mai incontrato sulla nostra strada.

Iscrivendosi alla newsletter si riceve una volta a settimana una serie di link che ci portano in giro per mondo e ci fanno restare aggiornati sulle cose interessanti che accadono nella musica, nel design, nell’arte e in ogni campo che ha colpito gli ideatori di Hoppipolla.

Se vi ho incuriosito andate a vedere il sito e provate, è un modo giocoso per non spegnere la curiosità.

 

 

Esperienze · knit · sensazioni

Semplicità

Marzolino_verde_lagrecchi

La ricerca di nuove sfide sembra essere nel DNA di noi sferruzzatrici. E così spesso ci dedichiamo a modelli sempre più difficili nel tentativo di superare le nostre difficoltà e di non annoiarci.

Ci sono passata anch’io naturalmente, poi mi sono fatta una domanda: ma è proprio necessario? È proprio necessario complicarsi la vita con costruzioni complesse, scialli in cui a un certo punto devi riprendere trecento maglie, maglioni che partono dal fondo, dall’alto, dalla manica o dalle spalle e poi devi sempre riprendere trecento maglie???

Mi sono risposta che no non è necessario, in fondo io mi diverto anche a sferruzzare capi semplici, anzi a volte quello che sembra addirittura banale da realizzare è il capo che mi piace di più.

Così ho cominciato a diversificare: scelgo un modello complesso ogni tanto che mi accompagna per alcuni mesi e per il resto mi dedico a cose che mi piacciono a prescindere dalla costruzione.

Ho capito che mi devo divertire e devo essere soddisfatta del mio lavoro una volta concluso, per me è più importante che affrontare continuamente nuove sfide.

 

astroknitter · knit

Oroscopo dei Knitters: Aprile

elenatrastelleegomitoli_settembre_2017

Ariete: Lavori in corso: Questo mese niente sarà regalato per voi, dovrete combattere per ottenere i vostri obbiettivi, ma questo fa parte della vostra natura, quindi nessun problema. Datevi delle scadenze se avete dei progetti in scadenza altrimenti le scarpine per neonato saranno fuori misura e la sciarpa per l’amica sarà buona per l’anno prossimo.

Quanti gomitoli hai? Le vostre scorte non avranno bisogno di rinforzi, ma con l’arrivo della primavera avrete voglia di qualcosa di nuovo da regalarvi o da farvi regalare!

Corsi e Workshop: Non avrete molto tempo da dedicare all’approfondimento di nuove tecniche o ad incontri con amiche sferruzzatrici, sarete sempre di corsa!

Toro: Lavori in corso: Anche se non avete la fortuna dalla vostra parte questo mese non potrete lamentarvi perché riuscirete a realizzare tutto quello che vi verrà in mente, bisognerà solo metterci della volontà e quella non vi manca. Vi sentirete irrequieti e la vostra attenzione potrebbe risentirne, attenzione a non farvi scappare qualche maglia!

Quanti gomitoli hai? Tenete sotto controllo le vostre scorte e prima di scaricare mille pattern verificate come siete messi a filato, qualcuno di voi potrebbe ricevere un regalo inatteso.

Corsi e Workshop: Avrete voglia d’imparare, ma non di fare programmi quindi deciderete all’ultimo se partecipare o meno a corsi e simili, gli incontri con le amiche però non li salterete.

Gemelli: Lavori in corso: Mese abbastanza tranquillo il vostro, anche se l’imprevisto sarà sempre dietro l’angolo per modificare i vostri programmi, ma siete tipi flessibili e non vi farete agitare per così poco. Sarete molto disponibili con le amiche e finirete per finire i loro lavori iniziati.

Quanti gomitoli hai? Temo ne abbiate meno di quel che pensate quindi dovrete correre ai ripari altrimenti non riuscirete a finire tutti i progetti che avete messo sui ferri, d’altra parte con l’arrivo della primavera meglio rinnovare le scorte!

Corsi e Workshop: Sarete a disposizione delle amiche per suggerimenti e consigli, ma non avrete molta voglia di partecipare a corsi e simili.

Cancro: Lavori in corso: Mese impegnativo il vostro in cui vi consiglio di non lasciare nulla al caso. Sarete sempre nervosi e un po’ in apprensione per qualcosa quindi potreste essere un po’ distratti e commettere qualche errore nell’esecuzione dei vostri progetti, cercate di non dedicarvi a nulla di troppo complicato, non avrete la testa.

Quanto gomitoli hai? Le vostre scorte saranno più che sufficienti per tutti i progetti che avrete in testa.

Corsi e Workshop: Non avrete la testa per seguire corsi, rischierete di saltare le lezioni per impegni improvvisi, e non avrete la testa nemmeno per gli incontri con le amiche: arriverete in ritardo agli appuntamenti e sarete di umore non troppo socievole.

Leone: Lavori in corso: Questo mese dovrete tenere sotto controllo i vostri modi che potrebbero essere un po’ troppo bruschi e non contate mai sul favore della dea bendata perché guarderà sempre altrove. A parte questo ve la caverete alla grande, finirete i progetti che avete sui ferri e ne inizierete di nuovi con rinnovato entusiasmo!

Quanti gomitoli hai? Fate attenzione allo shopping compulsivo che potrebbe cogliervi a tradimento. D’altra parte sarà difficile resistere ai filati e ai colori della bella stagione, prima di aprire il portafogli però fate bene i vostri conti.

Corsi e Workshop: So che in fondo pensate di non avere bisogno di corsi e simili, ma vedrete che troverete pane per i vostri denti che sia un workshop o un’amica che vi mostrerà una nuova tecnica.

Vergine: Lavori in corso: Mese produttivo il vostro dove vi metterete a testa bassa e porterete a termine tutti i vostri progetti. Avrete voglia di partire con qualcosa di estivo o primaverile, ma siccome siete tipi metodici prima vorrete esaurire tutti i progetti a base di lana che avete sui ferri. Sarete sensibili al bello che potrebbe farvi distrarre più del dovuto.

Quanti gomitoli hai? Un regalo inatteso o un acquisto fatto sull’onda del sentimento del momento vi faranno allargare le vostre scorte, senza rimpianti.

Corsi e workshop: Parteciperete volentieri agli incontri con le amiche, anche se non sempre sarete sulla stessa lunghezza d’onda.

Bilancia: Lavori in corso: Mese poco rilassante il vostro per un motivo o per l’altro sarete sempre di corsa, per distrarvi da pensieri e problemi prendetevi delle pause e dedicatevi ai vostri lavori in sospeso, concentrarvi su ferri e punti vi aiuterà a ritrovare la calma.

Quanti gomitoli hai? Avrete voglia di farvi un regalo anche se non sarebbe il momento adatto, non abbiate rimpianti e concedetevelo: di sicuro ve lo sarete meritato.

Corsi e Workshop: Non sarà il mese giusto per ampliare le vostre conoscenze tecniche, a malapena riuscirete a vedere gli amici di sferruzzo.

Scorpione: Lavori in corso: Questo mese sarete molto indaffarati, non siate troppo rigidi nel programmare gli impegni perché dovrete gestire l’imprevisto, generalmente a favore. Avrete sempre un progetto tra le mani che vi aiuterà a tenere la mente ferma sul presente e a non farvi partire per la tangente, ricordatevi di sorridere agli amici ogni tanto.

Quanti gomitoli hai? Anche se non ne avrete veramente bisogno non riuscirete a resistere a un colore o a un filato che, come dire, rapirà i vostri sensi! Dovrete appropriarvene subito!

Corsi e Workshop: Questo mese avrete voglia d’imparare qualcosa di nuovo per realizzare il capo perfetto per la bella stagione e parteciperete a corsi interessanti, potreste fare nuove conoscenze.

Sagittario:  Lavori in corso: Questo mese direi che non potete lamentarvi, sarete frizzanti e pieni d’idee e voglia di partire a realizzarle! Non state a pensarci troppo però montate le maglie e partite. Fate attenzione alla scelta dei colori e degli abbinamenti, potrebbe non essere il vostro punto di forza, meglio chiedere consiglio.

Quanti gomitoli hai? Non avrete molti gomitoli messi da parte nei vostri cassetti e dovrete correre ai ripari altrimenti come farete a realizzare i vostri nuovi progetti?

Corsi e Workshop: Un po’ di pigrizia vi farà rimandare il corso su quella tecnica che è vero che dovreste conoscere, ma in fondo potete anche farne a meno.

Capricorno: Lavori in corso: Mese un po’ faticoso il vostro, gli impegni saranno tanti e in genere tenderanno ad accavallarsi, cercate di trovare il tempo di rilassarvi, tirate fuori il vostro progetto del momento e usatelo come anti stress.

Quanti gomitoli hai? Da brave formichine avrete risparmiato abbastanza per regalarvi i filati dei vostri sogni per la bella stagione, dovrete solo trovare il tempo di prenderli!

Corsi e Workshop: Vorreste seguire le amiche a corsi e seminari, ma non avete mai tempo!

Acquario: Lavori in corso: Questo mese sarete un po’ distratti: dagli amici, dalle idee che vi frulleranno per la testa e che dovranno essere metabolizzate prima di essere realizzate. La vostra attenzione sarà sempre altrove, quindi controllate bene il vostro lavoro prima di chiuderlo, potreste aver perso una o più maglie senza accorgervene.

Quanti gomitoli hai? Vi piacerebbe comprarvi decine di gomitoli, ma poi lascerete in tasca il portafogli, in fondo le vostre scorte vanno bene così.

Corsi e Workshop: Seguire un corso con costanza questo mese potrebbe essere un impegno superiore alle vostre forze, siate realistici.

Pesci: Lavori in corso: Questo mese, più del solito, avrete i piedi per terra. Non vi butterete a montare le maglie se non sarete certi di aver capito bene il progetto e aver fatto una stima del tempo che vi occorrerà per realizzarlo. Avrete le idee insolitamente chiare su cosa volete fare e come dovrà essere il risultato.

Quanti gomitoli hai? Mai abbastanza e infatti cercherete di aumentare le scorte, ma con criterio, senza spendere più del giusto.

Corsi e Workshop: Fate attenzione a scegliere il corso adatto altrimenti lo mollerete a metà, non fatevi trascinare dagli amici, seguite la vostra testa.