vita quotidiana

Concludere

lanaeferri_lagrecchi

Finire un lavoro è un po’ come finire un libro: si vive il senso di perdita.

Quel progetto ci ha fatto compagnia per giorni, settimane, magari mesi se l’abbiamo scordato in una borsa. Ormai ci siamo abituate al filato, al peso, ai punti che si ripetono… e poi arriva il momento di chiudere.

E poi non abbiamo più nulla da fare.

Finire un libro è un po’ la stessa cosa si resta lì a chiedersi: e adesso? Quando trovo un libro che mi appassiona magari i personaggi restano con me ancora per qualche giorno: li ricordo, li penso e un po’ mi mancano.

Ogni tanto quando arrivo alle ultime pagine interrompo la lettura per procedere con più lentezza e godermi la fine.

Il tempo che dedicavamo al libro o al progetto resta vuoto e dopo un po’ è inevitabile ricominciare con un nuovo progetto o una nuova lettura.

E si va avanti.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...